Buone notizie per gli sfollati del Centro Italia, già colpiti duramente dal terremoto che ha devastato Amatrice, Accumoli ed Arquata. La Commissione Europea ha annunciato che verrà erogata una prima tranche di aiuti per un ammontare di 30 milioni di euro che verranno finanziati dal Fondo di solidarietà. L’Ue, inoltre, ha proposto di voler finanziare tutte le operazioni di ricostruzione, compreso il restauro del patrimonio culturale, da inserire nell’ambito dei programmi dei fondi strutturali 2014-2020.

Terremoto, l’Ue ricostruirà tutto

L’Ue, dunque, dimostra sostegno e solidarietà all’Italia che potrà contare sul Fondo di solidarietà per ridare dignità alle vittime del terremoto affinché il prima possibile possano tornare alla normalità. L’obiettivo è quello di ricostruire tutto, dalle case alle scuole passando per le chiese. “E’ nostro dovere restare a fianco dell’Italia che in questi momenti difficili sta dando prova di coraggio straordinario, per aiutarli a superare il prima possibile le conseguenze dei terremoti. La ricostruzione della bellissima Basilica di San Benedetto a Norcia – con l’aiuto dei fondi Ue – sarà un simbolo duraturo della solidarietà europea e della capacità di riprendersi del popolo italiano” ha dichiarato Juncker, presidente della Commissione Ue.

Terremoto, dalle parole ai fatti

“Siamo passati dalle parole ai fatti. Resteremo a fianco dell’Italia durante tutto il processo di ricostruzione” è il commento del commissario per la Politica regionale Corina Cretu.