Tra le tante storie di dolore e disperazione, ci sono anche buone notizie. E’ il caso di due bambini, intrappolati sotto le macerie, ed estratti vivi dopo poche ore dai soccorritori. I due fratellini, di 4 e 7 anni, stando alle prime ricostruzioni, si trovavano in casa della nonna quando, di notte, sono stati svegliati dalle terribili scosse. Immediata la reazione della nonna che che li ha salvati mettendoli sotto al letto in cui dormivano. Altrimenti i piccoli avrebbero rischiato di morire, schiacciati dalle macerie.

Terremoto, salvati i due fratellini

I due piccoli sono stati estratti vivi dalle macerie di Pescara del Tronto, la frazione di Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, che è stata totalmente distrutta dal sisma che stanotte ha devastato il Centro Italia causando decine di vittime. Il bilancio provvisorio è di almeno 45 morti e circa 100 dispersi.

E se i due fratellini sono ormai in salvo, la nonna si trova ancora sotto le macerie e, allo stato attuale, continua a rispondere ai soccorritori i quali stanno facendo di tutto per tirarla fuori. Da ore, quindi, vigili del fuoco, protezione civile e forze dell’ordine stanno lavorando, senza sosta, per tirare fuori tutti coloro che sono rimasti intrappolati sotto le macerie.