L’Emilia Romagna è stata colpita nuovamente da alcune scosse di terremoto. Ad essere stata colpita è stata a zona che comprende i Comuni di Mirandola, Medolla, San Felice sul Panaro e Cavezzo (provincia di Modena), proprio gli stessi luoghi già tristemente noti per essere stati interessati dal terremoto che colpì la Regione nel maggio del 2012 e che fece molte vittime.

La prima scossa di terremoto, la più forte, è stata avvertita attorno alle ore 12:35. Si è trattato di una scossa di magnitudo 3.5 (così come rilevato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e di Vulcanologia). L’epicentro è stato registrato a quattro chilometri di profondità, proprio nella zona sopra cui sono presenti i Comuni elencati poco fa, Mirandola, Medolla, San Felice sul Panaro e Cavezzo.

Questa scossa, piuttosto forte, è stata avvertita dalla popolazione ma l’Istituto Nazionale di Geofisica e di Vulcanologia ha fatto sapere che pochi minuti prima di essa, alle ore 12:15, ne era stata rilevata un’altra, di magnitudo 2.5. Al momento non si registrano danni a persone o a cose ma la paura tra la popolazione è comprensibilmente molta. Che la tensione sia tanta lo si intuisce anche dal fatto che l’hashtag #terremoto sia immediatamente entrato a far parte dei trending topic di Twitter.