Oltre a Barbara d’Urso, il Rigopiano era frequentato anche da Gianluca Ginoble che, come ha raccontato lui stesso, sarebbe dovuto essere proprio lì quando si è abbattuta la slavina che ha già causato 4 morti ed oltre 20 dispersi. In quella struttura, infatti, c’erano 24 ospiti e 11 lavoratori tra cuochi, camerieri e addette alla Spa, così come riferito dal direttore del Rigopiano a “Pomeriggio Cinque”. “Dovevo essere all’hotel. Sono disperato per quello che è successo, il proprietario è un mio amico” ha dichiarato Gianluca Ginoble de “Il Volo” che è “scampato per miracolo alla tragedia”.

Gianluca Ginoble conosceva il proprietario dell’hotel

Ginoble attendeva la chiamata del proprietario dell’hotel per raggiungere il resort di lusso in cui avrebbe dovuto trascorrere qualche giorno di relax. Poi, a causa del terremoto e della bufera di neve, ha rimandato tutto. “Era un posto meraviglioso e Roberto, il proprietario, è un mio caro amico” ha aggiunto. Il cantante de Il Volo ha provato più volte a chiamare il titolare del resort ma, purtroppo, a quel telefono non risponde più nessuno.

Gianluca Ginoble doveva andare in quel resort

Gianluca Ginoble abita a Roseto degli Abruzzi e proprio lì l’architetto proprietario dell’albergo avrebbe dovuto prenderlo martedì mattina per portarlo al Rigopiano.

Intanto continuano le ricerche nella speranza che qualcuno si possa essere salvato.