UPDATE ore 11:45: Nessun anomalia agli impianti nucleari di Fukushima e Onagawa; il terremoto, intenso, non ha provocato danni. E’ stato valutato di intensità massima 5 meno su scala giapponese di 7, che tradotto nella scala che viene utilizzata normalmente risponde a parametro di 7.3. Tsunami: altezza massima prevista di un metro, 50 centimetri nelle altre zone a nord e sud dell’epicentro.

UPDATE ore 10:46: La Tepko, la società che gestisce la centrale nucleare di Fukushima, ha ordinato l’evacuazione ai lavoratori che erano presenti in entrambe le centrali.

UPDATE ore 10:45: Uno tsunami di un metro ha colpito la costa Nord orientale del Giappone; l’onda anomala è stata registrata a Ishinomaki, ma l’allarme è stato lanciato solo per le coste locali e non per tutto l’oceano Pacifico, come accadde a Marzo 2011.

UPDATE ore 10:15: Arrivano notizie rassicuranti dal Giappone: il terremoto che ha scosso il paese non ha provocato, al momento, danni alle centrali nucleari. Dunque non sembra esserci il pericolo di una nuova Fukushima: a marzo del 2011 la centrale venne colpita direttamente e i danni, ambientali e non solo, furono notevoli. Lo tsunami è arrivato ad onde alte due metri, ma anche qui non sembra esserci pericolo. La vita si svolge apparentemente in maniera tranquilla.

Una forte scossa di terremoto, pari ad una forza magnitudo di 7.4, è stata avvertita nel nordest del Giappone, come annunciato dalla tv locale NHK. A questa c’è da aggiungersi anche l’allerta per un prevedibile tsunami che potrebbe abbattersi nelle prossime ore sul paese del Sol Levante.

La scossa ha provocato panico e terrore lungo la costa del paese, ma gli edifici si sono mossi anche a Tokyo. Il servizio di monitorizzazione dei terremoti, la US Geological Survey, ha parlato in prima istanza di una scossa pari a forza 7.3, per poi correggere il tiro e innalzarla a 7.4.

L’allerta tsunami: si tratta di un’ondata di un metro avvertita sulla costa della Prefettura di Miyagi, la stessa che venne colpita nel marzo 2011 distruggendo la centrale di Fukushima.