Una scossa di terremoto molto forte è stata registrata nella prima mattinata del 16 settembre in Giappone. I sismografi dello Usgs (United States Geological Survey, l’ente geofisico americano) hanno registrato un’intensità pari a 5.6 gradi della scala Richter alle 5.28 ora italiana. Il movimento tellurico è stato localizzato ad Iwai, ad una profondità di 53.9 Km. Questa località si trova nella prefettura di Ibaraki, a circa 100 Km a nord-est di Tokyo. Gli effetti della propagazione della scossa sono stati avvertiti anche nella capitale.

Nonostante l’elevata forza del sisma, non è stato diramato un allarme tsunami. L’autorità giapponese all’energia atomica non ha riportato irregolarità nelle tre centrali nucleari situate nell’est della nazione, quelle colpite dal cataclisma del 2011, tra cui Fukushima. Circa un mese fa, il 10 agosto, in concomitanza col tifone Halong, il Giappone è stato colpito da un terremoto di magnitudo 6, quindi potenzialmente devastante. Ma la scossa aveva avuto origine al largo delle coste orientali, senza provocare danni.

Foto: Carlson – Wikipedia – CC 2.5