Ancora un terremoto molto violento in Grecia. Così come avvenuto nelle altre scosse recenti, anche questo movimento tellurico ha avuto origine in mare, tuttavia non troppo lontano dalla capitale Atene. La scossa è stata rilevata dagli strumenti dell’Usgs (istituto geologico degli Stati Uniti) alle 6.45, ora italiana, di venerdì 29 agosto.

La magnitudo rilevata è di 5.6, quindi in grado di sprigionare un’energia molto elevata. L’epicentro (cioè il punto della crosta terrestre in cui il movimento è originato) è stato localizzato alla profondità di 91.8 Km; l’ipocentro (il corrispondente punto sulla superficie) è in mare, a circa 120 Km a sud di Atene.

I dati rilevati invece dall’Ingv, l’istituto geologico italiano, sono abbastanza diversi per quanto riguarda l’intensità: la magnitudo comunicata è di 5.8, quindi molto più forte (l’energia sprigionata raddoppia ogni 0.2 gradi). Tuttavia al momento non si hanno notizie di danni a persone o cose.

Foto: A.Savin CC 3.0