Nella tarda serata del 4 aprile una fortissima scossa di terremoto è stata registrata nella Grecia meridionale. L’evento sismico è stato rilevato in mare alle 22.08 ad una profondità di circa 143 Km. I sismografi hanno localizzato l’epicentro dell’evento tellurico a circa 29 Km a sud-est dell’isola di Hydra. L’intensità della scossa, di magnitudo 5.6, è stata tale da essere avvertita anche nell’Italia meridionale, in Puglia, particolarmente nei comuni di Lecce, Gallipoli e Calimera. Anche in Sicilia e in Calabria alcune persone hanno riferito di aver avvertito oscillazioni. Non sono giunte segnalazioni di danni a persone o cose.

Nella stessa mattinata un’altra scossa ha colpito la Grecia. Alle 7.01 i sismografi (foto by InfoPhoto) hanno rilevato un evento di magnitudo 3.8 (l’intensità secondo la scala Richter) a 19 Km a sud-est dell’isola di Skiatos, nel Mar Egeo settentrionale. Anche in questo caso senza danni.

Il terremoto più grave registrato in Grecia quest’anno è accaduto nel pomeriggio del 26 gennaio vicino a Cefalonia. La scossa principale di magnitudo 6.3 fu seguita da altre quaranta scosse di assestamento. La Grecia chiese allora lo stato di emergenza.