Una scossa di terremoto di forte intensità ha colpito la costa a nord di Naha, nell’isola di Okinawa, in Giappone. Secondo i primi rilevamenti, si tratta di un sisma di magnitudo 6.0 che, però, fortunatamente non ha portato all’allarme tsunami da parte del Centro di allarme tsunami del Pacifico. L’epicentro è stato localizzato a circa 125 miglia a nord di Naha, capoluogo dell’isola.

La profondità del terremoto è stata di 6,2 miglia sotto il livello della terra. Secondo il Servizio geologico degli Stati Uniti la magnitudo sarebbe ancora più elevata, 6,7 Richter. In Giappone, quando la terra ha tremato, erano le 4.11 di lunedì 4 agosto. Nei pressi dell’epicentro, si trova una base americana di marines. Non ci sono al momento notizie di feriti o di danni.

Okinawa, all’inizio di luglio, aveva già dovuto sopportare il passaggio violento del tifone Neoguri, che aveva invece provocato danni e vittime, oltre a tantissime evacuazioni. Altri forti terremoti sono stati registrati nelle ultime ore al largo della Papua Nuova Guinea (6.9 Richter) e in Cina (6.1).  In quest’ultimo caso, considerata la scarsa profondità della scossa, si temono danni. Al momento, però, anche qui non si segnalano feriti.