Trema ancora la terra in Italia e nel dettaglio nella zona nord del nostro paese. Nella prima mattinata di oggi, infatti, è stata registrata una nuova scossa tra le province di Rovigo e Ferrara, a metà tra il Veneto e la Romagna. Al momento non si registrano particolari danni a persone o cose.

La scossa, come ha fatto sapere l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia che si occupa sempre di rilevare eventuali scosse della terra, è avvenuta alle 7.11 di questa mattina ed ha registrato una forza pari a magnitudo 3.8 gradi della scala Richter.

La scossa è stata seguita, a mezz’ora di distanza, da una seconda di magnitudo inferiore, 2.7. Il comune di Bondeno è l’epicentro del movimento terrestre, avvenuto ad una profondità di circa otto chilometri.