Una forte scossa di terremoto di 5.9 gradi della scala Richter ha colpito alle 13:13 (ora locale) l’Isola del Sud della Nuova Zelanda. Secondo le notizie riportate dal quotidiano britannico The Guardian, numerose le persone sono rimaste ferite e un pezzo di scogliera di Taylor’s Mistake é crollato nell’oceano a causa del sisma che ha colpito l’est del Paese, vicino a Christchurch, città ancora in fase di ricostruzione dopo il 22 febbraio 2011 quando una scossa di magnitudo 6.3 provocò la morte di 185 persone a Christchurch e la distruzione di vaste aree della città.

L’epicentro è stato localizzato dall’US Geological Survey a 15 chilometri a est dalla città di Christchurch. Secondo i servizi di emergenza il sisma non ha provocato vittime ma molti feriti e ha causato il crollo di parte di una scogliera e lasciato 450 abitazioni senza elettricità. Il terremoto ha portato all’evacuazione di un palazzo e al crollo di parte della scogliera di Taylor’s Mistake.