Nella notte di ieri si sono susseguite nuove scosse di terremoto in Centro Italia, come ha riferito l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

A partire da mezzanotte sono infatti state registrate 11 scosse di magnitudo superiore a 2 gradi. La più intensa, di magnitudo 3.2, ha avuto come epicentro un punto a 4 km da Amatrice e a 7 km da Campotosto. Fortunatamente il nuovo sciame sismico non avrebbe provocato danni a strutture o uomini.

Di recente il sindaco Sergio Pirozzi aveva chiesto alla politica un maggiore sforzo nella risoluzione dell’emergenza provocata dal primo terremoto del 24 agosto: “Io ho indicato una linea, la politica mi deve dare delle soluzioni- Bisogna abbandonare le procedure di pace per procedure più snelle, perché lo scenario è quello di una guerra. Qui la gente sta soffrendo e rischiamo che se ne vada. Nessuno speculi sul dolore e disagio della gente”.

Nel frattempo nel Comune di Amatrice sono state già sorteggiate le prime 25 casette destinate alle famiglie sfollate. Si tratta di 19 alloggi da 40 metri quadrati, 5 da 60 e 1 da 80. Così aveva commentato il primo cittadino: “Con questo sorteggio diamo certezza alle famiglie che potranno rientrare in casa, diamo un po’ di ‘scossa’ per far finire il prima possibile le opere di urbanizzazione circostanti, e mi riferisco a marciapiedi e similari. Il Genio sta facendo un grande lavoro, ora ha il compito di accelerare per dare uno spazio giusto e vivibile alla mia comunità”.