Si susseguono da circa 24 ore le scosse di terremoto in Umbria, con epicentro a Città del Castello (Perugia). Il primo movimento è stato registrato alle 9:57 dl 20 aprile con una magnitudo di 3.6. A seguire sono stati segnalati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ben altri 136 episodi, 21 dei quali con magnitudo maggiore o uguale a 2.0.

L’ultima scossa segnalata dall’INGV è delle 4,43 ed è stata di magnitudo 2.4 a 8,6 km di profondità. Da ieri, comunque, nessuna segnalazione o richiesta di intervento è arrivata alla sala operativa del comando provinciale di Perugia dei Vigili del Fuoco.

La zona interessata da queste sequenze sismiche è caratterizzata da una sismicità di bassa magnitudo pressoché continua, a cui si sovrappone un’attività con raggruppamenti (cluster) di attività che durano alcune ore o molti giorni. Tra le sequenze degli ultimi anni, una in particolare era avvenuta ad aprile 2010 nella stessa area (sequenza di Pietralunga).