Nella notte  fra il 26 e il 27 marzo – precisamente alle ore 4:08 – è stata registrata una moderata scossa di terremoto di magnitudo 3.2 nella provincia di Rieti, nel Lazio, ad una profondità di 9 chilometri.

I Comuni più vicini all’epicentro del sisma sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano. Non si registrano ad ora danni a persone o cose. Gli abitanti delle zone vicine all’epicentro hanno avvertito il leggero sisma. Altre due scosse minori, entrambe di magnitudo 2, sono state registrare alle ore 4:15 e alle 5:00 in provincia di Macerata.

Ricordiamo che i Comuni sopraccitati – soprattutto Accumoli ed Amatrice – sono stati duramente colpiti dal terremoto di agosto. Sembra dunque che la terra non voglia smettere di tremare. Nel frattempo, i sindaci (Guido Castelli di Ascoli, Maurizio Brucchi di Teramo, Romano Carancini di Macerata e Spoleto Fabrizio di Cardarelli) hanno fatto sentire il loro dissenso nei confronti del Decreto Sisma Ter approvato dalla Camera in sede di conversione.

I primi cittadini sono insoddisfatti del fatto che tutti gli emendamenti provenienti dall’Anci siano stati rifiutati, e che sono fondamentali – spiegano – per sostenere i comuni del “cratere” sotto li profilo dei vincoli di finanza pubblica.