Una scossa di media intensità si è verificata nella serata dell’8 marzo in Sicilia. Il terremoto è stato registrato dai sismografi alle 21.52 nel distretto sismico dei Monti Nebrodi, cioè nel nord est dell’isola, come si può notare dalla mappa elaborata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). La scossa di magnitudo 4 è stata avvertita sensibilmente dagli abitanti delle province di Messina e Catania; l’ipocentro è stato localizzato a 36,8 Km di profondità; la propagazione in superficie dell’energia tellurica ha interessato soprattutto i comuni di Floresta, Raccuja, Santa Domenica Vittoria, Tortorici e Ucria, tutti in provincia di Messina, situati entro 10 Km dall’epicentro.

Questi sono invece i comuni entro un raggio tra 10 e 20 Km dall’epicentro: Alcara li Fusi (Me), Basicò (Me), Castell’Umberto (Me), Ficarra (Me), Frazzanò (Me), Galati Mamertino (Me), Librizzi (Me), Longi (Me), Malvagna (Me), Mirto (Me), Moio Alcantara (Me), Montagnareale (Me), Montalbano Elicona (Me), Naso (Me), Patti (Me), Roccella Valdemone (Me), San Piero Patti (Me), San Salvatore di Fitalia (Me), Sant’Angelo di Brolo (Me), Sinagra (Me), Bronte (Ct), Maletto (Ct), Randazzo (Ct) e Maniace (Ct).

Non ci sono segnalazioni di danni a persone o cose. Si tratta della terza scossa avvenuta in questa zona negli ultimi tre giorni.

LE SCOSSE PIU’ RECENTI

Terremoto L’Aquila oggi: nuova scossa nel capoluogo abruzzese

Terremoto Campania oggi: tripla scossa nel Salernitano, nessuna vittima