Ancora un terremoto in Turchia, questa volta di magnitudo 5.3.

L’epicentro dello sciame sismico è stato registrato nei pressi di Bodrum, località balneare molto famosa, a circa un mese dall’analoga scossa a Kos di magnitudo 6.7 che aveva provocato due morti e numerosi feriti, anche a causa del piccolo tsunami generato.

Il terremoto, che ha avuto origine a una profondità di circa 10 km, ha colpito intorno alle 9.40 del mattino. Al momento non sono arrivate notizie di feriti, ma gli aggiornamenti rimangono scarsi.

Sono tantissimi i turisti e gli stessi villeggianti turchi che affollano la località, tra le più frequentate durante i mesi estivi. Molti testimoni hanno parlato di scosse improvvise durante tutta la mattina che hanno costretto alcuni a saltare dai balconi per mettersi al riparo.

A giugno un altro terremoto molto potente – magnitudo 6.3 – aveva scosso la costa occidentale turca e l’isola greca di Lesbo: in quel frangente ci fu una sola vittima, ma le conseguenze del sisma furono avvertite in un’area molto ampia, dalla provincia turca di Izmir fino alla capitale Atene.