A seguito degli attentati di Parigi del 13 novembre, il Dipartimento di Stato americano nelle scorse ore ha diramato un’allerta terrorismo rivolta a tutti i cittadini che programmano un viaggio nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. Secondo le autorità statunitensi la sicurezza in viaggio in questo periodo sarebbe più a rischio a causa delle crescenti minacce dell’ISIS.

L’allerta terrorismo diramata in un bollettino sul portale governativo dedicato ai viaggi all’estero invita i cittadini a tenere gli occhi aperti perché la minaccia terroristica è aumentata in tutto il mondo. Secondo l’intelligence USA l’ISIS, al-Qa’ida, Boko Haram e altri gruppi terroristici nelle prossime settimane continueranno a pianificare attentati terroristici in molte regioni.

Gli attacchi, scrivono gli esperti USA, potrebbero sfruttare una vasta serie di tattiche e servirsi di armi convenzionali e non convenzionali, colpendo sia obiettivi istituzionali che target privati.

La data di scadenza dell’allerta terrorismo è fissata per il 24 febbraio 2016. Le autorità si dicono convinte che i terroristi dell’ISIS a causa degli attacchi subiti in Siria e in Iraq scapperanno in Europa o vi ritorneranno nel caso dei combattenti europei che si erano arruolati nelle fila dell’autoproclamato Stato Islamico.

Secondo gli 007 americani il rischio più alto arriva da cellule solitarie residenti in Occidente coordinate dai vertici dell’ISIS. Dai teatri agli stadi, dai mercati agli aeroporti, gli USA indicano i posti più a rischio attentati nei prossimi mesi. Le autorità invitano i viaggiatori e i cittadini americani a tenere gli occhi aperti quando si trovano in posti affollati o frequentano eventi soprattutto durante le vacanze di Natale e in altre ricorrenze ufficiali.

I viaggiatori devono seguire le istruzioni fornite dalle autorità locali, monitorare i media e rimanere sempre aggiornati e in contatto con i parenti in caso di emergenza. Nell’allerta il governo infine rassicura i cittadini sulle azioni messe in campo dagli USA e dagli altri Paesi per arginare il terrorismo e ripristinare al più presto condizioni di sicurezza per tutti i viaggiatori.