Il fatto in sé risale al mese di dicembre. Uno studente turco, allievo del corso di perfezionamento in Fisica – ovvero iscritto al dottorato – alla Normale di Pisa, è stato espulso dall’Italia nel mese scorso perché avrebbe postato alcuni messaggi a contenuto anti-occidentale su blog e siti internet islamisti monitorati dalla polizia italiana.

Secondo l’agenzia Ansa, la polizia avrebbe proceduto ad una perquisizione dell’abitazione del giovane che avrebbe dato dei riscontri ai sospetti generati dai messaggi. E quindi è arrivato immediatamente il provvedimento di espulsione che sembra sia stato subito eseguito. Il cittadino turco è stato accompagnato presso un Cie italiano e quindi rimpatriato. La polizia avrebbe poi informato la Normale che lo studente non avrebbe potuto frequentare il corso a cui era iscritto.

Oggi si è anche avuta notizia del fermo in Francia – precisamente a Béziers, nel Sud della Francia – la città è sede di prefettura e sorge non lontano da Montpellier . di cinque russi (i media locali dicono che tra di loro ci sia almeno un cittadino ceceno, ma probabilmente lo sono tutti e cinque) che sarebbero sospettati della preparazione di un attentato. La polizia sta indagando sul caso e avrebbe anche scoperto un nascondiglio dove ha trovato degli esplosivi, non lontano dallo stadio Saucliéres.

Ho fatto qualche ricerca su Internet e ho scoperto che lo stadio probabile obiettivo dell’attentato ospita solo le partite della locale squadra di rugby a 15, che milita in uma serie inferiore del campionato francese.

photo credit: _Pek_ via photopin cc