Ancora paura in Regno Unito, dove si è svolta un’operazione anti terrorismo a Londra e nel Kent che ha portato al fermo di sei persone.

Una donna di circa vent’anni è rimasta ferita nel corso di un raid che si è tenuta in una casa di Willesden, nella zona nord-ovest di Londra: tra le persone oggetto delle indagini per sventare un attacco terroristico, la sospettata si trova in condizioni serie ma stabili.

Nel corso di un altro raid che si è svolto nel Kent sono invece state arrestate le altre sei persone, tutte non collegate in alcun modo con il fermo dell’uomo armato di coltello davanti al Parlamento.

Nell’operazione di Willesden sono stati fermati un uomo e una donna insieme a un ragazzo di 16 anni; successivamente è stata bloccata anche un’altra coppia, entrambi 28enni.

Il portavoce della polizia metropolitana Neil Baus ha affermato che in entrambi casi le operazioni delle autorità hanno posto fine a una seria minaccia terroristica che sarebbe potuta sfociare in un attentato. Al momento tutti gli arrestati si trovano ospiti di una stazione di polizia della parte sud di Londra.

I testimoni del raid di Willesden e i vicini di casa della coppia arrestato hanno parlato di normali cittadini musulmani provenienti dalla Somalia, dimostrando il proprio sbigottimento per le accuse di terrorismo.