Nel 2011 proferì con insulti razziali Ferdinand

Quattro giornate di squalifica e nessun ricorso, il capitano del Chelsea Terry nell’ottobre 2011 offese Ferdinand con insulti a sfondo razziale, oggi il giocatore inglese accetta la squalifica e conferma di non voler procedere con nessun tipo di ricorso in quanto ammette l’errore fatto.
Terry ha poi commentato: “Voglio cogliere l’occasione per chiedere scusa a tutti per il linguaggio che ho usato in partita, non è accettabile, su un campo di calcio come in ogni ambito della vita. Pur essendo deluso per la sentenza della FA, devo accettare il verdetto. Come ho affermato nella causa, che è stata chiusa, la mia lingua non ha avuto chiaramente una reazione appropriata alla situazione, per uno nella mia posizione. È stata una risposta al di sotto del livello previsto dal Chelsea, posso garantire che non succederà mai più. Continuerò a fare la mia parte, per aiutare il club a eliminare ogni tipo di comportamento discriminatorio nel mondo del calcio. Allo stesso tempo, sono estremamente grato al Chelsea, ai suoi tifosi e alla mia famiglia per il supporto ricevuto in questi mesi”.
Terry ha dovuto anche pagare una multa di 220 mila sterline, pena inflitta dal tribunale inglese nel processo penale.