Oggi 3 settembre 2013, con quello per la facoltà di Medicina Veterinaria, inizia ufficialmente la lunga sessione di test d’ingresso ai corsi di laurea ad accesso programmato.

Dopo infinite polemiche e un lungo tira-e-molla sulla data da destinarsi ( i test dovevano inizialmente svolgersi a luglio), da oggi  115mila neodiplomati italiani, dopo le fatiche della maturità, torneranno dunque a confrontarsi con i temuti quizzoni. La più gettonata, come di consueto, è la facoltà di Medicina che vede oltre 84mila aspiranti matricole (+18mila rispetto al 2012)  alle prese con il quiz riguardante materie specifiche (biologia, fisica, chimica, matematica) e cultura generale, per soli 10.157 posti in tutta Italia.

Un numero in esorbitante crescita,+23% rispetto allo scorso anno, a fronte del quale i posti disponibili sono rimasti pressoché invariati. Questo significa che, a livello nazionale, se lo scorso anno c’era un posto per ogni 6 studenti, nel 2013 la quota dei competitors sale a 8.

Ma non sono queste le uniche novità. Il numero delle domande con cui gli studenti dovranno confrontarsi scende da 80 a 60 e inoltre per volere del precedente ministro Profumo, supportato dal successore Carrozza, nel computo finale sarà calcolato anche il bonus-maturità che giocherà un ruolo importante nelle graduatorie. Le aspiranti matricole dovranno quindi rispondere a 60 domande, e potranno ottenere un massimo di 90 punti (1,5 punti per ogni risposta esatta; 0,4 per ogni risposta sbagliata; zero punti per ogni risposta non data). La soglia minima per il superamento del test è 20 punti. Ad ogni studente verrà consegnato un plico contenente un foglio per le domande e uno (in duplice copia nel caso si volesse correggere qualcosa) per le risposte. Le domande sono tutte e risposta multipla, da spuntare rigorosamente con penna nera, e le opzioni sono sempre e solo cinque (A, B, C, D, E).

Ogni studente avrà, inoltre, un foglio per la compilazione dei dati anagrafici, contrassegnato da un codice a barre, e un secondo foglio in cui troverà indicazioni per poter accedere al sito web del Ministero relativo agli esiti dell’esame (accessoprogrammato.miur.it) con il proprio user name e una password. Una volta concluso il test, ogni studente consegnerà tutti i fogli ad eccezione di quello con i dati per l’accesso al sito web, necessario per conoscere il proprio risultato.

Queste le date in dettaglio:

3 settembre – Corso di Laurea magistrale in Medicina Veterinaria

4 settembre – Corsi di Laurea delle professioni sanitarie

9 settembre – Corsi di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi Dentaria

Seguiranno:

10 settembreArchitettura

17 settembreScienze della Formazione

Dalle ore 11 di questa mattina saranno dunque 10.812 gli aspiranti medici veterinari che si confronteranno con i 60 quesiti a risposta multipla, riguardanti biologia, chimica, fisica, matematica, cultura generale e ragionamento logico. Anche per il test di veterinaria è previsto il bonus maturità: al punteggio complessivo il candidato potrà aggiungere un massimo di 10 punti in caso di 100 e lode, sino a un minimo di uno per voti tra l’80 e l’82. Solo 825 i posti a disposizione a livello nazionale, per una possibilità di collocamento estremamente complicato.