Episodio alquanto inquietante quello che è accaduto a Napoli, dove la testa di un maiale è stata ritrovata davanti alla Moschea di via Marconi, dove tra l’altro sono state lasciate anche le scritte “Onore Putin” e “Fuck Isis”. Il gesto è stato compiuto ovviamente in segno di offesa contro la cultura islamica (gli islamici non mangiano carne di maiale, un animale considerato vietato e impuro) nel tentativo di voler lanciare messaggi contro i terroristi dell’Isis e di appoggiare invece quanto sta facendo il presidente russo Vladimir Putin (che ha anche proposto una coalizione internazionale per battere il terrorismo jihadista).

La testa del maiale è stata trovata appesa all’inferriata presente all’ingresso della moschea dai fedeli dell’Associazione Culturale Islamica dell’Unione. Non appena avvertiti dell’episodio, sono ovviamente giunti sul posto gli agenti del commissariato di Giugliano e la Scientifica, per iniziare ad effettuare i primi rilievi del caso.

Le forze dell’ordine stanno cercando di recuperare tutte le immagini riprese dalle telecamere presenti nella zona, in cerca di qualche fotogramma che possa inchiodare il colpevole o i colpevoli dell’irrispettoso gesto. La polizia non esclude che possa essersi trattato di una banda legata all’estremismo di destra.

I membri della moschea hanno assicurato di non aver ricevuto altre minacce in precedenza ma nonostante questo le forze dell’ordine hanno pensato di potenziare i controlli di sicurezza, in modo tale da evitare che altri episodi simili possano ripetersi.