Thorpe, esce la biografia

Scottanti rivelazioni nella biografia di Thorpe, nuotatore plurimedagliato, il campione da battere, il punto di arrivo di ogni atleta professionista, eppure nella bografia appena uscita il campione del nuoto ha rivelato di aver tentato il suicidio.
Thorpe ha rivelato i pensieri sul suoicidio che lo attanagliavano: “Ho anche considerato posti o modi particolari per uccidermi ma poi ho sempre rinunciato, rendendomi conto di quanto fosse ridicolo. Avrei potuto suicidarmi? Guardandomi indietro non penso, ma ci sono stati giorni durante la mia vita che a ripensarci anche oggi mi vengono i brividi”.
Il nuotatore Thorpe ha dichiarato di aver ricorso all’alcol per poter dormire: “l’unico modo per dormire. Non tutte le notti ma in diverse occasioni, soprattutto tra il 2002 e il 2004 quando mi allenavo per difendere i miei titoli olimpici ad Atene”, ha poi svelato il motivo del suo ritiro a soli 24 anni nel pieno della forma: “perché mi sentivo ormai una foca ammaestrata. Rendevo felice la gente ma io mi sentivo un miserabile”.
Sulle presunte tentenze sessuali ha voluto mettere la parola fine alle voci di una sua omossesualità: ” per quello che conta, non sono gay, sono attratto dalle donne, amo i bambini e spero un giorno di avere una famiglia mia”.