Il bilancio del tifone Haiyan, uno dei più violenti mai registrati, è drammatico: 10.000 persone sarebbero morte solo nella provincia delle Filippine, quella di Leyte. Lo ha riferito la polizia a Tacloban, capoluogo della provincia e una delle città più martoriate dal tifone stesso. Il bilancio, però, è destinato tragicamente a salire. Secondo il National Disaster Risk Reduction and Management Council (Ndrrmc), le famiglie colpite sono 944.586, pari a 4,28 milioni di persone. Più del 40% dei 4 milioni di persone coinvolte sono bambini e ragazzi sotto i 18 anni di eta’.

Il tifone Haiyan è ‘atterrato’ in una zona densamente popolata, caso raro quando si parla di eventi di questo tipo e arriva un mese dopo un violento terremoto che aveva colpito una zona di destinazione turisticaLe strade cosparse di alberi caduti e pezzi di case sono piene di persone in lacrime che cercano di recuperare i corpi dei parenti. I contatti sono difficili per le linee telefoniche e internet ancora fuori uso in molte aree anche a causa dei blackout. L’aereoporto di Tacloban, città di 200mila persone a circa 600 chilometri a sudest di Manila, è ridotto a un fiume di fango. Nella stessa città non sono mancati i saccheggi: un popolare centro commerciale ha subito una razzia in cui le persone hanno portato via di tutto dagli alimenti ai frigoriferi fino agli alberi di Natale mentre i negozi più piccoli sarebbero stati ‘risparmiati’.

Il presidente della Commissione Ue Josè Manuel Barroso ha espresso tristezza e solidarieta, e ha porto le condoglianze per le vittime del tifone Haiyan in un messaggio al presidente delle Filippine Benigno Simeon Aquino: “La Commissione Ue ha già inviato una squadra in supporto alle autorità filippine e siamo pronti a contribuire con soccorso urgente e assistenza se richiesto in queste ore di necessità”. Anche il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (Pam) è pronto a fornire tutta l’assistenza possibile al governo delle Filippine per aiutare le persone colpite. Al momento non si hanno notizie di stranieri coinvolti.

L’arrivo del supertifone è atteso lunedì in Vietnam dove sono state evacuate 174.000 case, cioe’ piu’ di 600.000 persone” ha annunciato il ministero vietnamita per il controllo delle inondazioni e dei nubifragi. Fortunatamente sembra che Haiyan si sia indebolito nel passaggio attraverso il mar della Cina del Sud e dovrebbe passare dalla categoria 5 alla 1 quando toccherà la costa del Vietnam.