Episodi senza senso, una moda che non ha ragione di esistere. Ma, purtroppo, è arrivata anche in Italia. Si chiama “Knockout game”, un gioco criminale che consiste nel tirare dei pugni ai passanti e scappare poi subito via. In Italia abbiamo assistito a gesti del gemer già a Roma, Napoli, Venezia e Brescia. Le aggressioni avvengono nei bar, nei centri commerciali, nelle scuole e per le strade.

Lo chiamano “game”, ma del gioco ha ben poco. L’allarme è scattato, soprattutto dopo le innumerevoli segnalazioni che sono giunte alla polizia da tutto lo Stivale. Sembra ricordare un po’, in forma molto più violenta ovviamente, quanto avveniva nel film di Mario Monicelli “Amici Miei”, dove i protagonisti prendevano a schiaffi i passeggeri dei treni in partenza. Ma qui le cose sono diverse: negli Stati Uniti, addirittura, sono morte già tre persone, prese a pugni per divertimento da questi giovani scalmanati. In Italia gli ultimi due episodi sono avvenuti a Brescia sabato scorso, in pieno centro città.

Una banda di quattro ragazzi ha picchiato, ovviamente senza un perché, due persone di mezza età seduti ad un tavolino del bar. A Roma l’allarme è scattato in zona Trastevere, a Susa e Castellammare a scuola. Negli Stati Uniti indaga l’Fbi, anche se al momento sembra difficile trovare un filo conduttore ad un’attività criminale e stupida.

LEGGI ANCHE

Sparatoria in Svizzera: ubriaco ammazza tre persone a fucilate

Strage familiare Firenze: presidente BCC Prato uccide moglie e figlio e si suicida

Femminicidio India: 16enne si suicida perchè il padre non voleva farla studiare