La Costa Crociere, per voce dell’Amministratore Delegato Pierluigi Foschi, parla alla popolazione dell’Isola del Giglio che vuole sapere cosa ne sarà dell’isola per la stagione estiva.

“Costa Crociere c’è e farà fede a tutti gli impegni. Questa nave dovrà venire via dal Giglio, non dovrà inquinare e tutto dovrà essere fatto in sicurezza e in tempi ragionevoli”.

Foschi sottolinea che l’obiettivo dell’azienda è quello di portare la nave intera. Ma per quanto riguarda le tempistiche, l’AD dichiara che “al momento non so dare indicazioni ma ne sapremo di più nel momento in cui avremo il cronoprogramma dei lavori, a metà marzo.

Vogliamo programmare insieme a voi le attività per non impattare sulla stagione turistica o ridurre i disagi al minimo”. La popolazione è davvero molto preoccupata, il rischio di vedere la stagione rovinata è infatti molto alto.

Nel frattempo si possono dire concluse le operazioni di frangiatura per i primi sei serbatoi, ne mancano però ancora nove.

Se il tempo lo permette, si dovrebbe continuare con il defuelling di parte delle tonnellate di carburante presenti all’interno della Costa Concordia.