Un’alunna di seconda media dell’Istituto comprensivo Lucatelli di Tolentino, in provincia di Macerata, è finita in ospedale con due costole rotte a seguito di un episodio di violenza avvenuto in classe. Il fatto sarebbe avvenuto il 4 marzo scorso, ma la notizia è trapelata soltanto nei giorni scorsi. La studentessa ha accusato la sua insegnante di lingue straniere di averle tirato contro il banco, provocandole fratture multiple.

Oltre alle due costole rotte, l’aggressione dell’insegnante avrebbe causato all’alunna un ematoma. La prognosi per la studentessa è di 30 giorni. La denuncia dell’episodio di violenza nella scuola media di Tolentino sarebbe stata sporta dalla madre della ragazza nei giorni scorsi. Al momento gli inquirenti indagano per accertare la dinamica dell’incidente e le responsabilità dell’insegnante.

La docente ha provato a difendersi, affermando che lo scatto d’ira sarebbe stato causato dall’atteggiamento ostile dell’alunna nei suoi confronti. A quanto pare, all’episodio avrebbe assistito tutta la classe. Prima di questo caso, l’insegnante avrebbe già avuto scatti d’ira simili con i suoi studenti, prontamente denunciati dagli alunni e dai loro genitori. L’aggressività dell’insegnante era nota alla preside dell’istituto scolastico Mara Amico che aveva già preso provvedimenti, informando l’Ufficio scolastico regionale del comportamento inappropriato della docente. Alla donna era stato comminato un provvedimento di censura.

La docente violenta è stata convocata nell’Ufficio scolastico regionale per i primi di aprile. Anche la dirigente scolastica della scuola media di Tolentino dovrà presentarsi davanti all’USR per chiarire i fatti. Nel frattempo la studentessa ferita dall’insegnante è tornata a scuola. La ragazza è un’alunna modello con la media dell’otto e non intende perdere le lezioni, come ha sottolineato la madre a Il resto del Carlino, raccontando l’episodio:

La professoressa, senza dare spiegazioni, ha preso i gomiti di mia figlia, li ha sbattuti con forza sul banco e poi le ha spinto il banco contro, fratturandole due costole e provocandole un ematoma interno al seno. Purtroppo i presidi hanno le mani legate in questi casi. Mia figlia è una brava ragazza, ha la media dell’otto, è tranquilla. Nonostante il dolore, l’indomani è tornata a scuola e non ha fatto un giorno di assenza.

In segno di protesta e temendo altri episodi di violenza, gli studenti dell’Istituto comprensivo Lucatelli di Tolentino hanno deciso di disertare l’ora di lingue, ottenendo di uscire un’ora prima il sabato successivo all’episodio su richiesta scritta dei genitori.