Il numero 3089 di Topolino, in edicola da mercoledì, non uscirà con la copertina dedicata a Charlie Hebdo. Ad annunciarlo è la stessa Panini che in un comunicato stampa spiega: “La copertina del settimanale Topolino, circolata in questi giorni in Rete sui principali siti di informazione non corrisponde all’immagine definitiva selezionata tra una serie di creatività preparata all’uopo di cui l’immagine divulgata faceva parte. Il numero in oggetto, infatti, si presenterà nelle edicole con una creatività differente. La scelta di non pubblicare la creatività erroneamente circolarizzata è stata determinata dalle modalità di utilizzo dei personaggi del settimanale”.

Al posto della copertina realizzata da Stefano Turconi  e ritraente Topolino e Paperino con le matite alzate in segno di solidarietà, il numero 3089 sfoggerà dunque  un sorridente Pippo in versione reporter.

Sono però molti i lettori che, dopo aver visto pubblicata la prima versione sulla pagina Facebook ufficiale del settimanale italiano, disapprovano ora la decisione dell’editore. Sui social è polemica: “Peccato perché questa sarebbe stata La Copertina dell’anno o quasi; era veramente bella, per non parlare del messaggio che racchiudeva”, scrive qualcuno su Facebook; “siamo delusi davvero in tantissimi”, gli fa eco qualcun altro. “Questo cambio di rotta dice l’esatto contrario di quello che avete finora sostenuto: non siete Charlie. Se avete cambiato copertina del numero temendo un assalto mediatico, non siete Charlie. Charlie Hedbo è satira irriverente, che non si preoccupa dell’opinione pubblica. Ecco, questo che avete fatto voi… È il contrario” commentano i lettori indignati. E c’è naturalmente anche chi reclama “Ma che succede? La copertina per Charlie Hebdo? Io l’ho prenotato in edicola apposta”; “Paura o ragioni di marketing? Voglio la copertina di Charlie Edbo”.

 (photo credit: Facebook, pagina ufficiale @ Topolino Magazine)