La corrida continua ad essere uno degli spettacoli folcloristici più seguiti e amati in Spagna, nonostante gli incidenti che spesso vedono protagonisti i toreri stessi colpiti dagli animali durante le gare. Impossibile dimenticarsi, ad esempio, del 43enne Juan José Padilla che nel 2011 scivolò durante un’esibizione a Saragozza e fu incornato da un toro al viso, perdendo l’occhio sinistro, l’udito dall’orecchio sinistro e parte della mascella.

Da quel momento in poi il famoso torero è stato soprannominato ‘Pirata’ in quanto, nel corso del tempo, ha continuato a fare corride con una benda nera a coprire l’occhio che aveva perso. Dopo ben cinque anni Padilla, durante la corrida “Feria del Pilar de Zaragoza” che si è tenuta nell’arena della Misericordia a Saragozza, ha subito un incidente quasi identico: un toro di 650 kg lo ha travolto e lo ha incornato proprio nella zona coperta dalla benda. Fortunatamente questa volta si è trattato di una ferita molto meno grave, tanto che il torero è stato immediatamente medicato per poi tornare nell’arena per un’altra esibizione.