C’è il sospetto di un nuovo caso knock out game sulle immotivate aggressioni che sono avvenute nelle ultime ore a Borgo San Paolo, un quartiere popolare di Torino.

Cinque persone – ma il numero potrebbe crescere – sono state infatti ferite durante la scorsa settimana da alcuni aghi e sono arrivate al pronto soccorso dell’ospedale Martini.

Tutte le vittime hanno descritto la stessa scena: un’auto in corso dalla quale sarebbero stati scagliati alcuni aghi lunghi circa una decina di centimetri, con tutta probabilità espulsi a gran velocità grazie a una sparachiodi di produzione artigianale oppure una pistola ad aria compressa.

Nessuno è risultato essere stato ferito in maniera grave, ma la maggior parte delle vittime si è mostrata preoccupata per il pericolo che i suddetti aghi potessero essere infetti. Le prime analisi dei laboratori tenderebbero però a escludere questa ipotesi.

Al momento non sono ancora chiari né l’identità dell’aggressore e delle persone a bordo della vettura né il movente dietro il gesto, che per l’appunto sembrerebbe del tutto gratuito.

Non sembra che l’auto sia più ricomparsa in zona, ma resta la preoccupazione per questo gesto avvenuto improvvisamente e senza reali motivazioni, che ricorda in un certo senso la terribile moda nata qualche tempo fa che vedeva sconosciuti colpire violentemente al volto passanti scelti a caso.