Tensione nella notte e poi nella mattinata di oggi a Torino, dove intorno alle 22 di ieri sono state fatte esplodere due bombe carta davanti a una sala scommessa sita in via Giordano Bruno. La deflagrazione ha provocato la pronta risposta degli immigrati che vivono nelle case occupate dell’ex villaggio olimpico.

Circa un centinaio di extracomunitari sono scesi in strada a protestare, cedendo ad atti di violenza incontrollata, con la rimozione della segnaletica stradale e il danneggiamento di alcune automobili.

Sembra che a causare la provocazione, a quanto pare messa in atto da un gruppo di ultras del Torino, sarebbe stato un atto di vandalismo compiuto dai migranti la scorsa domenica davanti al bar Sweet, luogo preferito dai tifosi sportivi della squadra locale di calcio.

Solo l’intervento di polizia e vigili del fuoco ha riportato la situazione alla normalità evitando il peggio. Le proteste contro quello che è stato definito un attacco razzista sono però riprese nella mattinata, quando gli occupanti dell’ex Moi – molti dei quali risiedenti asilo, ma anche clandestini – sono tornati alla carica, rovesciando cassonetti e prendendosela anche contro i passanti, tanto da imporre ad alcuni negozianti di chiudere la loro attività. Ancora una volta è dovuta intervenire la polizia in tenuta antisommossa per placare gli animi.

Sul tema è intervenuto il capogruppo della Lega Nord Fabrizio Ricca, che in sede di Consiglio comunale ha accusato il sindaco Appendino di incompetenza e connivenza: “La situazione all’ex Villaggio Olimpico è sempre più incandescente e serve l’intervento immediato di polizia ed esercito. I fatti di questa notte dimostrano che la situazione è totalmente degenerata e non si può più attendere nemmeno un giorno, quella zona va liberata e i delinquenti che questa notte hanno distrutto tutto quello che avevano davanti vanno rispediti da dove arrivano. Appendino ha fallito e si deve fare da parte per due motivi: in primis perché non è stata in grado di gestire la situazione, sottovalutandola anche dopo i miei avvertimenti nel Consiglio Comunale di lunedì scorso; secondo perché la sua maggioranza ha deciso chiaramente di stare dalla parte di chi occupa illegalmente l’ex Moi.”