Torino come Spagna, Mosca e Parigi. Nasce la prima casa d’appuntamento d’Italia con sex dolls. Si tratta di bambole-robot che riproducono perfettamente, in silicone, le fattezze umane. Sono alte un metro e sessanta e sono state realizzate dall’azienda Lumi Dolls in un luogo che, per ragioni di sicurezza, viene tenuto segreto. A organizzare gli incontri saranno un gruppo di ragazzi di Torino che hanno deciso di scommettere tutto su un’attività insolita e che già sta facendo discutere. Un’avventura imprenditoriale a luci rosse.

Per chi volesse provare questa esperienza, dovrà sganciare la bellezza di 80 euro per mezz’ora di intrattenimento mentre serviranno 100 euro per un’ora e 180 euro per due ore. Un’attività totalmente legale che è già presente in altri Paesi ma che in Italia non era mai arrivata. Una casa di appuntamenti con sex dolls dove non c’è il pericolo di incappare in reati né in problemi di salute. L’azienda che produce le bambole-robot dice di avere certificazioni europee e di utilizzare materiali idonei per l’igienizzazione dei modelli ogni volta che verranno utilizzati dai clienti.

Non si commette nemmeno il reato di sfruttamento della prostituzione. Infine è doveroso ricordare che il costo delle bambole-robot, che si possono trovare anche online, oscilla tra i 700 e i 2mila dollari.