Polizia e manifestanti si sono scontrati duramente questa notte a Torino: le violenze sono avvenute nei pressi del quartiere Vanchiglia, nota zona della movida notturna, presso la quale il centro sociale Askatasuna aveva organizzato una protesta contro l’ordinanza della sindaca Chiara Appendino che prevede il divieto di vendita di alcolici e bevande da asporto dalle ore 20 alle 6.

Altri scontri erano già avvenuti in piazza Santa Giulia, allorché era stato contestato lo schieramento delle forze dell’ordine, e infatti prima del tramonto sul posto erano presenti circa 50 agenti fra agenti di Polizia e della Municipale.

I tumulti però sono iniziati allorché la maggior parte delle forze dell’ordine è ripartita, lasciando solo un residuo contingente di poche unità. Due commissari di polizia sono dunque stati circondati da facinorosi che hanno iniziato a malmenarli. Sul luogo sono accorsi gli agenti precedentemente mobilitati, che hanno provveduto a caricare i manifestanti.

Nel caos sono rimasti feriti quattro agenti di polizia, uno dei quali colpito con una bottiglia in pieno viso. Per ora sono due i manifestanti fermati dalla polizia, ma durante le proteste si è registrato un caos inusuale, con gli avventori dei bar e dei ristoranti che hanno dovuto trovare rifugio dalle violenze all’interno dei locali.

La pace è stata ripristinato solo dopo le 23, quando gli agenti hanno abbandonato piazza Santa Giulia. Già 3 giorni fa nella zona dei Murazzi del Po vi erano stati scontri allorquando erano stati impediti i controlli di due venditori abusivi: in circa 50 persone avevano strattonato e picchiato i militari accorsi per l’operazione di routine.