Il mammut potrebbe tornare presto in vita, grazie al lavoro di un team di ricercatori in Corea del Sud. È la singolare proposta avanzata da Insung Hwang, genetista per una società biotecnologica locale, determinato a estrarre il DNA da un’esemplare estremamente ben conservato nei ghiacci della Siberia. Il codice genetico di Buttercup, questo il nome dell’animale, sarà probabilmente impiantato in un elefante per la gestazione. Ma non tutti sono d’accordo, per ragioni etiche, come Jack Ashby, del Grant Museum of Zoology dell’University College London: «Non ci sono valide ragione per clonare un mummut né per forzare un elefante a portarne in grembo uno». Tra questioni etiche e tecniche, non è dato però sapere quando il progetto di clonazione verrà finalizzato.

Fonte: Telegraph

Immagine: Mammut via Pixabay