Si chiama Tommaso Bertelli, fa il dirigente scolastico al liceo scientifico Pontormo di Empoli e qualche giorno fa ha firmato una circolare davvero singolare per i tempi che corrono. L’ordinanza numero 38 del Preside berteli, infatti, invita gli studenti a dare il buongiorno ai docenti e a salutare i compagni: “E’ un atto di educazione e la scuola non esiste solo per insegnare le discipline, ma ha anche uno scopo pedagogico” ha spiegato il professore a  Corriere.it.

La circolare è stata subito recepita da docenti e studenti in maniera positiva ma la domanda che ci si pone è: gli studenti non salutavano prima della circolare? A quanto pare no: “Non me la sento come sempre di dare la colpa ai social network” ha dichiarato il Preside “Penso soltanto che i ragazzi non salutino per distrazione o per pigrizia o perché non glielo hanno mai fatto notare” ha inoltre dichiarato a Il Tirreno.

“Penso che il compito di insegnare debba riguardare anche le piccole cose di tutti i giorni – ha detto – per esempio i comportamenti che si tengono in classe e fuori, il rispetto per gli altri e la gentilezza. Nella circolare non ho scritto ‘dovete salutare’, ma ‘sarebbe auspicabile dire buongiorno‘”

Discutibile il fatto che per un semplice saluto, in una scuola, occorra una circolare del Preside, ma in fin dei conti la scuola serve anche a questo, ad insegnare la buona educazione e intervenire -per quanto possibile- sulle mancanze di alcuni genitori, sempre più presi da altre cose che dall’educazione dei propri figli.