Momenti di grande paura ieri sera a Parigi sul monumento più visitato del mondo e simbolo della capitale francese. Nel pomeriggio una telefonata anonima al numero 17, il 113 transalpino, ha annunciato che sulla Tour Eiffel sarebbe esplosa una bomba alle 21:30. La telefonata è stata rintracciata dagli investigatori e proveniva da una cabina telefonica della banlieue parigina.

Non ci hanno messo molto le autorità di pubblica sicurezza a giudicare la minaccia tanto seria da decidere per l’evacuazione. Erano circa 1500 le persone sulla torre che hanno dovuto abbandonare l’attrazione turistica: tra loro anche il personale di sicurezza, solitamente in servizio quando arrivano chiamate di questo tipo. Secondo l’Express online, l’evacuazione è iniziata verso le 19 e alle 22:30 i turisti sono stati di nuovo autorizzati a salire sul monumento (foto by InfoPhoto).

Il livello d’allerta è salito in tutta la Francia per il timore di attacchi terrostici dopo l’intervento dell’esercito transalpino in Mali e l’approvazione della legge che vieta il burqa. Le possibili ritorsioni di Aqmi (Al Qaeda nel Maghreb islamico) ha reso necessaria l’intensificazione delle misure di sicurezza in tutti i luoghi pubblici. Già nel settembre 2010 la Tour Eiffel fu evacuata più volte insieme agli Champs Elysées, la stazione Saint Lazare e la metropolitana di Saint Michel.