Grazie ad una velocissima manovra aerea, un pilota italiano ha salvato la vita a quasi mille passeggeri.

Venerdì scorso, Roberto Vallicelli, pilota dell’Air Seychelles, ha infatti evitato quello che poteva essere un tragico incedente aereo fra un Airbus A380 della Emirates con 615 passeggeri e il suo “piccolo” A330 da 277 passeggeri.

Il colossale A380, decollato da Dubai e diretto alle isole Mauritius, è stato autorizzato dai controllori di volo a scendere ad una quota di 38.000 piedi durante la traversata dell’Oceano Indiano. Allo stesso tempo, un A330 della Air Seychelles stava decollando proprio dalle Mauritius stava viaggiano nella direzione opposta. Per un errore umano, i piloti dell’A380 hanno impostato una quota inferiore ai 38 mila piedi richiesti dai controllori del traffico, pari a 2.000 in meno, proprio la stessa del volo dell’A330 della Air Seychelles.

A questo punto il sangue freddo del pilota italiano Roberto Vallicelli ha fatto la differenza: quando il sistema automatico di allarme del suo aereo ha cominciato a segnalare l’imminente pericolo di collisione, il pilota ha effettuato una repentina virata a destra per evitare lo scontro il cui esito sarebbe stato disastroso. Grazie alla manovra di Vallicelli i due arei si sono “affiancati” ad una distanza di 14 km.