Ha 50 anni il presunto omicida, di 50 anni, che – secondo una prima ricostruzione degli inquirenti – avrebbe ucciso a Cremona, nella casa in cui viveva, la compagna di 46 anni e un bambino di tre, figlio di un’amica. Alla base del tragico gesto una lite poi degenerata in tragedia: la donna sarebbe stata picchiata dall’uomo che l’avrebbe colpita ripetutamente con una mannaia fino a cagionarne il suo decesso. Anche il piccolo è rimasto ferito alla testa e, soccorso, è morto poco dopo.

Illeso, invece, il figlio 12enne della coppia, anche lui presente nell’appartamento nel momento in cui si è consumata la tragedia. L’uomo sarebbe stato visto dai vicini di casa mentre picchiava la compagna, accasciata a terra sul balcone. Immediato l’intervento del 118 e dei carabinieri ma per il piccolo e per la donna non c’era più niente da fare.