Ennesima tragedia in discoteca, questa volta verificatasi nei pressi di Marina di Camerota, in provincia di Salerno, dove la scorsa notte un giovane 27enne originario di Mugnano (Napoli) è morto poco dopo la mezzanotte in seguito a un incidente.

Il ragazzo si trovava in una discoteca all’aperto, conosciuta come il Ciclope, la quale si trova al di sotto di una parete rocciosa. Fatale è stata la caduta da circa 60 metri di alcuni frammenti di roccia, staccatasi durante un nubifragio piuttosto violento.

La Procura di Vallo della Lucania ha posto sotto sequestro il locale in seguito al decesso del giovane, che è morto sul colpo in seguito all’impatto con i frammenti di roccia.

Le prime ricostruzioni dei carabinieri situano il 27enne in un’area della discoteca nelle prossimità della pista da ballo: il ragazzo, che si trovava in compagnia di amici per festeggiare la notte di San Lorenzo, avrebbe cercato riparo dall’acquazzone, solo per essere colpito in testa dai pezzi di roccia staccatisi dal costone.

Si tratta di una nuova tragedia in discoteca occorsa quest’estate dopo la morte del ragazzo colto da un malore nel Cocoricò di Riccione in seguita all’assunzione di una pastiglia di ecstasy, avvenuta a luglio, e il decesso improvviso di Lorenzo Toma, spentosi nella discoteca Guendalina di Santa Cesarea Terme.