Morto un ragazzo leccese di 19 anni, Lorenzo Toma, dopo una notte trascorsa in discoteca. Venti giorni dopo la scomparsa del sedicenne Lamberto Lucaccioni al Cocoricò di Riccione, il dramma avviene nel Salento, davanti alla discoteca Guendalina di Santa Cesarea. La stessa che per il 12 agosto ha organizzato una “Cocoricò night”, una serata di solidarietà per il locale romagnolo che, in seguito alla morte per ecstasy del ragazzo, è stato chiuso per quattro mesi dal prefetto di Rimini. Per la discoteca salentina non è stato adottato nessun provvedimento.

Stando alle prime ricostruzioni, il giovane si sarebbe sentito male all’uscita dal locale e sarebbe stato immediatamente soccorso dai sanitari del 118, che tuttavia non sono riusciti a rianimarlo. La morte è sopraggiunta improvvisamente, sotto gli occhi increduli degli amici con i quali aveva deciso di trascorrere un sabato sera all’insegna del divertimento. Gli amici di Lorenzo sono stati successivamente ascoltati per ore dai carabinieri del Nucleo investigativo di Lecce e della Compagnia di Maglie, per cercare di capire la misteriosa dinamica della morte del diciannovenne, se il ragazzo abbia potuto assumere alcol o droghe. Tra le ipotesi anche quella di un malore provocato da una bibita ghiacciata che possa avergli provocato una congestione letale.

Proprio quest’ultima sarebbe la tesi degli amici che erano con lui: “Ha bevuto qualcosa e subito dopo si è sentito male“. Questo avrebbero riferito ai carabinieri i compagni e la fidanzata. Il giovane era già morto quando è arrivato all’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Dopo l’allarme dato telefonicamente al 118 e ai carabinieri poco dopo le 6,30 di domenica 9 agosto. Il personale medico sanitario ha tentato per oltre un’ora di rianimare sul posto il giovane, trovato riverso per terra vicino all’ingresso della discoteca, ma Lorenzo non ce l’ha fatta. Il pm della Procura della Repubblica di Lecce, Stefania Mininni, ha disposto l’autopsia ed con molta probabilità saranno eseguiti esami tossicologici per chiarire le cause del decesso.

Verranno a breve interrogati anche i titolari del Guendalina e gli addetti alla security. Intanto il Prefetto di Lecce, Claudio Palomba, ha convocato per lunedì 10 agosto alle 13 in Prefettura a Lecce una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Argomento di discussione, come il precedente della scorsa settimana in cui si era già tenuta una riunione sul tema, saranno le iniziative di prevenzione per evitare tragedie nelle discoteche, tra le quali eventuali sanzioni commisurate agli eventuali precedenti dei locali.