La tragedia al porto di Genova della Jolly Nero lascia molti punti interrogativi. Subito dopo l’incidente, per coordinare le operazioni di soccorso, si sono recati sul posto il sindaco, Marco Doria, il prefetto, Giovanni Balsamo e il comandante della capitaneria di porto, ammiraglio Felicio Angrisano insieme al  presidente dell’Autorità Portuale di Genova, Luigi Merlo: “E’ una tragedia terribile - ha detto  Merlo commentando l’incidente al Molo Giano -. Siamo sconvolti, senza parole. E’ un incidente al momento inspiegabile, un incredibile trauma per tutta la comunità portuale. Ora pensiamo solo alle vittime, poi cercheremo di capire”.

Mentre dal porto segue le ricerche dei dispersi, Merlo aggiunge: “E’ davvero difficile riuscire a spiegare cosa sia successo, perché la nave non doveva essere lì. Stava uscendo, di questo siamo certi. Ma una nave di quelle dimensioni non può far manovra in quella zona. E’ davvero inspiegabile al momento quanto successo”.  Merlo ha già parlato con il Presidente del Consiglio, Enrico Letta per fare il punto sulla situazione. Dopo una riunione a Palazzo Chigi il premier ha chiesto al ministro per le Infrastrutture e i trasporti, Maurizio Lupi, di recarsi immediatamente a Genova per seguire lo svolgimento delle operazioni.

La nave, intanto, é stata sequestrata dalla Procura di Genova che ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio colposo.  Anche la Guardia Costiera ha aperto un’inchiesta sull’incidente.