UPDATE 12.01: uno dei dispersi è stato trovato vivo.

UPDATE 11.47: è salito a 7 il numero di vittime accertato.

UPDATE 10.16: è stato individuato il corpo di una quarta vittima.

Poco dopo le 23 un incredibile incidente ha sconvolto la notte di Genova. Una nave portacontainer, la Jolly Nero (oltre 40 tonnellate di peso) della linea Messina, ha sbagliato manovra in uscita dal porto della città ed è andata a sbattere contro la torre piloti, facendola crollare. Il bilancio provvisorio è di tre morti e quattro feriti (rischiano amputazioni) mentre i dispersi sarebbero sei.

Le vittime sono una guardia costiera di 30 anni, di Rapallo, Daniele Frantantonio. Gli altri due morti sono un altro sottufficiale della Capitaneria di Porto, e un impiegato del corpo Piloti di Genova. Le ricerche dei dispersi sono in corso sia in mare che sotto le macerie della torre: i sommozzatori dei vigili del fuoco hanno scandagliato il fondo del porto per tutta la notte.  Tre di loro sarebbero rimasti imprigionati all’interno dell’ascensore della torre, poi finito o in acqua o sepolto dalla macerie.

Tra le prime ipotesi della sciagura un guasto tecnico: sembra che i motori dell’enorme nave si siano bloccati rendendola ingovernabile e che successivamente sia andata a sbattere contro la Torre di controllo del Porto, una struttura in cemento e vetro alta oltre 50 metri e vicinissima al molo. Le autorità del porto hanno definito la manovra fatta dalla nave ‘inspiegabile’. Dei quattro feriti accertati, due sono stati ricoverati in codice rosso mentre gli altri sono in condizioni meno gravi. Si sarebbero riusciti a salvare dopo essersi tuffati in mare prima del crollo della torre.

Ai microfoni di ‘Primocanale’ i primi racconti dei testimoni che fanno capire il senso della tragedia: “Ero in servizio qui al molo Giano quando ho sentito lo schianto. Il tempo di fare il giro e tornare indietro e ho visto. Subito abbiamo pensato che fosse qualche nave che si era scontrata. Torno indietro e non vedo più la torre pilota. Mi affaccio e vedo tutte macerie e questa nave che si era allontanata” le parole di Girolamo Cuomo, un operatore del porto di Genova, testimone diretto dell’incidente navale avvenuto stasera.

Un’altro testimone, ha dichiarato che la torre “è venuta giù di colpo” dopo l’urto con la nave: “Saranno state le 23, o pochi minuti dopo. Ero nell’ufficio del check point quando ho sentito come un boato e subito dopo tre ragazzi passare di corsa, urlando spaventati: ‘La torre! La torre!’. Sono uscito e la torre non c’era più, al suo posto c’era la prua della nave”. La città di Genova ha proclamato il lutto cittadino.

Qui le prime parole del presidente dell’Autorità Portuale di Genova