L’intera cittadina di Rivignano Teor, in provincia di Udine, è in lutto dopo la morte improvvisa del piccolo Massimo Gori. Il bambino aveva soli cinque anni e, dopo essersi svegliato per un forte dolore alla testa, ha perso conoscenza e non c’è stato più nulla da fare per lui.

Tutto è successo domenica scorsa quando Massimo, che fino ad allora era in perfetta salute, si è svegliato nel cuore della notte chiedendo aiuto alla madre: “Mamma ho mal di testa forte“. Queste le sue ultime parole: i genitori stavano cercando di capire cosa avesse procurato quel sintomo inaspettato ma il piccolo dopo pochi minuti è svenuto. La corsa all’ospedale di Udine è stata vana in quanto Massimo era stato colpito da un’emorragia celebrale scatenata da un’aneurisma. Il decesso ufficiale del piccolo è avvenuto nella giornata di lunedì ed i genitori hanno subito autorizzato l’espianto degli organi per la donazione. Grazie a lui tantissimi altri bambini continueranno a vivere, ma adesso la famiglia e l’intera comunità friulana è sotto choc per una tragedia tanto repentina quanto inaspettata. Massimo giocava anche nella categoria under 6 della squadra di rugby di Codroipo “OverbugLine” e così l’intera società ha voluto lanciare un messaggio dolcissimo in suo onore:

“Sei stato uno degli ultimi ad arrivare ma avevi capito perfettamente qual’è lo spirito del gioco del Rugby. Stare con gli Amici, avanzare sempre, sostenere i compagni e placcare gli avversari. Sei stato uno dei punti di riferimento della tua Under 6. La vita ha placcato te questa volta, ma non ti dimenticheremo mai“.