Buone notizie per chi si sposta con i treni. Il garante dei Trasporti Andrea Camanzi ha infatti dichiarato che, a breve, se gli abbonati alla seconda classe non trovano posto a sedere, possono anche occupare un sedile della prima classe, almeno per quanto riguarda le tratte ad alta velocità.

Il provvedimento che interesserà i pendolari dei treni dovrebbe diventare esecutivo a partire da novembre, quindi davvero a breve. Le nuove misure che verranno adottate mirano in particolare a risolvere problemi e polemiche relative a chi si muove usando i treni, e soprattutto le linee ad alta velocità.

Il presidente dell’Autorità di regolazione dei trasporti ha concentrato le sue attenzioni sulla comodità del viaggio e sul garantire un posto a sedere a tutti gli abbonati. Le sue parole faranno quindi felici soprattutto i pendolari che hanno un abbonamento alla seconda classe di Italo e Frecciarossa.

Andrea Camanzi ha dichiarato: “Se in tutto ci sono 6 mila abbonati ci devono essere 6 mila posti. I gestori devono da subito organizzarsi con maggiore flessibilità per consentire a tutti coloro che hanno pagato di viaggiare e farlo in sicurezza, ovvero da seduti”.

Il documento relativo a questa nuova misura che riguarda chi viaggia con i treni dovrebbe essere pronto il prossimo 5 novembre, ma già adesso il garante dei Trasporti ha voluto comunicare questa buona notizia. Il provvedimento riguarderà i circa 2 mila abbonati alla linea veloce tra Torino e Milano, così come gli utenti delle altre tratte ad alta velocità come quelle tra Napoli e Roma, tra Milano e Bologna e tra Firenze e Bologna.

Oltre a questa linea guida anticipata da Camanzi, l’Autorità di regolazione dei trasporti sta lavorando per un pronunciamento che riguarda il caso dell’obbligo di prenotazione che attualmente è già in vigore su Italo e che a breve, a partire dal prossimo primo dicembre, dovrebbe diventarlo anche per quanto riguarda i treni di Frecciarossa.