Una vigilia di Natale che ricorderà per sempre quella dove, per aver semplicemente svolto il suo lavoro, una postina donna è stata picchiata.

L’episodio singolare risale al 24 dicembre 2010, la donna nel tentativo di consegnare la posta ad un uomo 44 enne di Cavalese in provincia di Trento, ha suonato più volte il campanello. Il destinatario della posta però, pare non abbia gradito il continuo richiamo della postina, così assieme alla compagna è sceso ed ha prima insultato la donna e poi l’ha colpita con uno schiaffo alla nuca e un colpo al ginocchio con una stampella.

Rinviato a giudizio, il processo si è concluso solo pochi giorni fa: l’uomo dovrà risarcire la vittima con 21 mila euro oltre a prestare ben 280 ore di lavori socialmente utili per estinguere il reato. Chissà però se adesso la postina in questione, suonerà “sempre due volte”.