Sabato sera un treno della linea Venezia – Bassano è stato preso in ostaggio da cinque giovani stranieri: la gang, durante la tratta che separa Castelfranco Veneto e Castello di Godego, in provincia di Treviso, ha iniziato ad aggredire il capotreno per poi prendersela anche con alcuni passeggeri.

A raccontare quanto avvenuto Marco Filippi de La Tribuna di Treviso. A bordo del convoglio decine di passeggeri, che dopo le 21.30 hanno assistito e sono stati vittime del caos creato dal gruppetto di giovani africani, probabilmente in stato alterato a causa dell’alcol ingerito.

Nelle carrozze il parapiglia collettivo, con un estintore svuotato, sputi, percosse e minacce, almeno fino all’arrivo dei carabinieri: a quel punto alcuni dei protagonisti dell’aggressione si sono impauriti e hanno preferito calarsi dai finestrini a treno fermo, oppure lanciarsi dalla porte del convoglio, pur di non affrontare le forze dell’ordine.

Identificati e catturati un paio di membri della gang, che hanno dato via all’aggresione prendendo di mira un ragazzo, spinto insultato per mezzo convoglio. Alcuni viaggiatori hanno provato a intervenire, ma i ragazzi sono andati in escandescenze.

A nulla sarebbe valsa l’attivazione dell’impianto d’allarme, dato che il solo intervento del capotreno non ha sbloccato la situazione. In tutto il treno è rimasto fermo a Castello di Godego per un’ora intera, al fine di consentire l’intervento dei carabinieri.