Al Festival Tribeca è andata in scena l’anteprima del film ‘The Zen of Bennett’ di Unjoo Moon, si tratta del documentario che racconta le fasi di registrazione dell’ultimo album di Bennett ‘Duets II’.

‘Jazz is the greatest music to come out of America’, ‘Il Jazz è la miglior musica che esce dall’America’, ha commentato Bennett che ha poi voluto ricordare Amy Winehouse, morta qualche mese fa che con lui ha registrato il brano ‘Body and Soul’.

‘You can’t go to a university and learn it. And Amy had that gift — she was one of the greatest people I’ve ever met’, ovvero ‘Non puoi andare all’Università e impararlo li. Amy aveva un dono – era una delle migliori persone che io abbia mai incontrato’ e aggiunge, in riferimento alle cause di morte di Amy ‘I wish they’d legalize drugs to get it controlled and take care of the problem’, ‘spero che legalizzino le droghe così da controllare e poter occuparsi del problema’.

Molti sono stati gli artisti che hanno duettato con lui nel disco, e molti lo saranno in futuro.

A questo proposito, è stato chiesto a Bennett se avesse mai pensato a Britney Spears, la sua risposta si commenta da sé ‘Non so cosa faccia’.