Ancora l’omicidio di una donna, sviluppatosi nuovamente in un ambiente domestico. A Trieste la polizia ha tratto in stato di arresto un uomo, sospettato di aver ucciso la sua ex moglie di 37 anni, Slavica Kostic, che risultava scomparsa dal 26 aprile scorso.

Dopo un primo interrogatorio l’ex marito è crollato e ha confessato il delitto, aggiungendo di aver nascosto il corpo della donna sull’Altipiano Carsico, lungo il confine con la vicina Slovenia.

A determinare il successo delle indagini è stata anche l’opera della polizia scientifica di Padova, che attraverso l’utilizzo del Luminol ha rinvenuto tracce biologiche sul luogo del delitto. Importante anche l’opera di collaborazione tra le autorità italiane e la polizia slovena.

Era stata Nevena Manojlovic, la figlia di Slavica, a denunciarne la scomparsa: la madre infatti non aveva più risposto alle telefonate dopo essere arrivata a Trieste, dove avrebbe dovuto lavorare per tre settimane in qualità di badante presso una coppia di anziani.

In città sarebbe stata ospite dell’ex marito, un serbo residente a Trieste; tuttavia la figlia, che studia proprio in Serbia, ha avvertito che qualcosa non andava quando non aveva più avuto contatti con la genitrice, con cui era solita parlare almeno due volte al giorno. Ancora ignoto il movente che ha portato all’omicidio.