Questa ‘Beatrice’ tanto attesa al nord, come al solito, non ha provocato le piogge previste, al massimo ha aiutato la colonnina di mercurio a segnare qualche grado grado in meno, per quanto riguarda invece le zone centrali del nostro Paese, a essere stata colpita è Ostia, protagonista in questi giorni per la presenza di uno squalo verdesca che ha spaventato i bagnanti.

Una tromba d’aria si è infatti abbattuta sulle coste della città verso le 11 di questa mattina a forte velocità, 60/70 chilometri orari, provocando molti disagi e danni alle imbarcazioni e ai capannoni.

Per fortuna non sono stati registrati feriti tra i bagnati, per precauzione, hanno preferito abbandonare la spiagge.

La tromba d’aria è durata dieci minuti, poi si è spostata verso Fiumicino dove ha duramente colpito il Cantiere Navale Rizzardi.

“Abbiamo visto questa enorme nuvola nera abbattersi prima sui cantieri Rizzardi dove ha scoperchiato i tetti dei capannoni e poi dirigersi verso di noi attraversando il Tevere – ha spiegato lo stesso AD Enrico Pensieri – Arrivata sul piazzale dove ho le barche le ha spazzate via, sollevandole dai cavalletti e ammucchiandole tutte in un punto. Più o meno ho stimato un danno di quasi duecentomila euro. A Fiumicino non è mai successa una cosa del genere”.

La situazione adesso è tornata alla normalità, non resta che rimboccarsi le maniche per rimettere tutto in ordine.