Danni ovunque, solo la fortuna ha evitato che ci fossero anche dei feriti. Le prime stime dei danneggiamenti parlano di diversi milioni di euro. Il bilancio è ancora provvisorio, ma è certo che la Liguria, soprattutto Genova e la riviera di Ponente, dovranno pagare un prezzo molto alto. Questo a causa delle cinque trombe d’aria che si sono abbattute nella zona. Diversi voli sono stati dirottati; la linea ferroviaria tra Voltri e Sestri Ponente è stata interrotta; bloccata la strada statale Aurelia; traffico in tilt in autrostrada intorno al capoluogo.

Scoperchiati alcuni tetti a Prà. La pioggia estremamente intensa, una vera e propria “bomba d’acqua“, com’è di moda dire di questi tempi (caduti 100 millimetri in un’ora), ha provocato anche lo straripamento del torrente Cerusa, all’altezza di Voltri. Ci sono state anche delle frane in alcune strade provinciali. La violenza delle trombe d’aria ha sfiorato anche il relitto della Costa Concordia, ormeggiato alla diga di Voltri. Non si segnalano danni ulteriori alla nave.

Foto: @severeweatherEU